AI DevwWrld Chatbot Summit Cyber Revolution Summit CYSEC Global Cyber Security & Cloud Expo World Series Digital Identity & Authentication Summit Asian Integrated Resort Expo Middle East Low Code No Code Summit TimeAI Summit

La nuova protezione di Google Chrome nasconderà gli indirizzi IP degli utenti

Un passo avanti per la privacy: Google Chrome mira a proteggere gli utenti nascondendo gli indirizzi IP

Google sta lavorando su una nuova funzionalità chiamata "Protezione IP" per nascondere gli indirizzi IP degli utenti di Chrome, migliorando così la privacy. La protezione IP utilizzerà server proxy per rendere invisibili gli indirizzi IP agli siti web. Ciò potrebbe sollevare preoccupazioni sulla sicurezza, ma Google sta valutando soluzioni come l'autenticazione degli utenti con il proxy.

This pill is also available in English language

Google sta lavorando su una nuova funzionalità di "Protezione IP" per migliorare la privacy degli utenti di Google Chrome. Questa funzionalità maschera gli indirizzi IP degli utenti utilizzando server proxy, rendendoli invisibili ai siti web. La protezione IP cerca di trovare un equilibrio tra la privacy degli utenti e le funzionalità necessarie del web, riconoscendo il rischio di tracciamento nascosto attraverso gli indirizzi IP.

Il funzionamento della Protezione IP proposta

La Protezione IP di Google Chrome rende invisibili gli indirizzi IP degli utenti ai siti web. A mano a mano che il contesto digitale evolve, questa funzionalità dovrà continuamente adattarsi per proteggere gli utenti dal tracciamento tra i siti web. Attualmente, gli indirizzi IP possono essere utilizzati per tracciare le attività sui siti e creare profili utente persistenti, sollevando gravi questioni sulla privacy. La Protezione IP inizialmente sarà attivabile, consentendo agli utenti di controllare la propria privacy e a Google di monitorare i comportamenti.

Implementazione graduale e possibili problemi di sicurezza

La funzionalità di protezione IP verrà implementata in modo graduale per rispettare eventuali restrizioni imposte dalle autorità e per facilitare un adeguato apprendimento. Durante l'approccio iniziale, la protezione IP si concentrerà su determinati domini in contesti di terze parti, puntando a quelli considerati come fonte di tracking degli utenti. Google prevede di testare questa funzionalità tra Chrome 119 e Chrome 225.

Considerazioni sulla sicurezza informatica

L'implementazione della protezione IP solleva alcune preoccupazioni in termini di sicurezza informatica. Il traffico verrà instradato attraverso i server proxy di Google, il che potrebbe rendere difficile per i servizi di sicurezza e di protezione antifrode bloccare gli attacchi DDoS o rilevare traffico non valido. Inoltre, se uno dei server proxy di Google Chrome venisse compromesso, un attaccante potrebbe vedere e manipolare il traffico passante. Google sta valutando l'opzione di richiedere l'autenticazione degli utenti con il proxy per mitigare questo problema, introducendo una limitazione della velocità per prevenire attacchi DDoS.

Follow us on Telegram for more pills like this

10/24/2023 09:19

Editorial AI

Last pills

Data breach: 560 million users involvedHow to protect yourself from the consequences of a major data breach

Ransomware attack on Synnovis: London health services in crisisSevere disruption to pathology and diagnostic services in London

A new LPE exploit for Windows for sale in the undergroundA new local privilege escalation threat for Windows in the underground forums

Critical failure in Check Point VPN solutions: risks and security measuresExposure of enterprise systems: urgent updates and patches to protect networks