AI DevwWrld Chatbot Summit Cyber Revolution Summit CYSEC Global Cyber Security & Cloud Expo World Series Digital Identity & Authentication Summit Asian Integrated Resort Expo Middle East Low Code No Code Summit TimeAI Summit

Le sfide della cybersecurity nell'era dell'intelligenza artificiale

Tattiche innovative: gli attacchi informatici si evolvono con l'IA

L'articolo esamina come l'intelligenza artificiale (IA) sia impiegata in cyberattacchi avanzati, per creare email di phishing personalizzate, ingannare sistemi di riconoscimento facciale, automatizzare attacchi di forza bruta e sviluppare malware autoadattativi.

This pill is also available in English language

L'intelligenza artificiale (IA) sta trovando applicazione in diversi scenari, inclusi gli attacchi informatici. Gli hacker si avvalgono dell'IA per sviluppare email di phishing altamente sofisticate. Tramite l'analisi di voluminosi set di dati, questi strumenti riescono a personalizzare i messaggi con un grado di precisione tale da ingannare anche gli utenti più esperti, aumentando significativamente la probabilità di successo degli attacchi.

Manipolazione delle immagini per evasione dei sistemi di sicurezza

Gli algoritmi di IA sono capaci di manipolare immagini in maniera tale da ingannare i sistemi di riconoscimento facciale, una tecnica che assume particolare rilevanza in contesti di sicurezza. Attraverso modifiche quasi impercettibili, possono essere create immagini in grado di superare i filtri di sicurezza senza destare sospetti, rappresentando un serio rischio per l'integrità dei sistemi basati su questa tecnologia.

Automazione degli attacchi di forza bruta con l'IA

L'evoluzione dell'IA ha consentito agli attaccanti di automatizzare gli attacchi di forza bruta, rendendoli più efficienti. Utilizzando tecnologie basate sull'IA, è possibile ottimizzare la selezione delle combinazioni di credenziali da testare, riducendo i tempi necessari per trovare quelle valide. Questa metodologia sfrutta l'apprendimento automatico per adattarsi e migliorare con ogni tentativo, incrementando la sua efficacia nel tempo.

L'uso dell'IA per lo sviluppo di malware avanzati

Gli hacker hanno iniziato ad utilizzare l'IA non solo per ottimizzare i processi noti, ma anche per sviluppare nuove forme di malware. Queste minacce, dotate di capacità di apprendimento, possono adattarsi all'ambiente in cui vengono rilasciate, modificando il proprio comportamento per evitare il rilevamento. Tale innovazione nell'uso dell'IA rappresenta una sfida considerevole per i ricercatori di sicurezza, costretti a fronteggiare minacce sempre più sofisticate e in evoluzione.

Follow us on Threads for more pills like this

03/18/2024 13:20

Editorial AI

Complementary pills

Sicurezza informatica: il rischio deepfake nei meeting virtualiStrategie di prevenzione e risposta agli attacchi deepfake in ambito conferenze virtuali

AI generative: una nuova frontiera del cybercrimeSfida doppia: il ruolo ambivalente dell'intelligenza artificiale generativa nella sicurezza informatica

Last pills

Career opportunities in Italian intelligence: entering the heart of securityFind out how to join the intelligence forces and contribute to national security

Hacker attack impacts Microsoft and US federal agenciesNational security implications and strategic responses to credential theft

Implications and repercussions of the serious cyberattack on the Lazio NHSConsequences and punitive measures after the ransomware attack that brought the regional healthcare system to its knees

Telecommunications security: flaw exposes conversations and 2FA to the risk of interceptionRisk of privacy violation through call diversion: measures and industry responses